Programmazione annuale Scuola Primaria Area Linguistica

Tematiche portanti

Nuclei fondanti

Obiettivi specifici di apprendimento

metodologia

valutazione

 

 

 

Il testo narrativo

Fiaba
Favola
Leggenda
Mito
Racconto:
realistico
umoristico
giallo

testi personali
cronaca
diario
lettera
autobiografia
relazione

Caratteristiche
Personaggi
Ambienti
Tempo : passato
Funzioni di Propp( allontanamento, incontro delle difficoltà, antagonista, intervento aiutante)
Coerenza: registri linguistici appropriati
Coesione: accordi morfologici, sintattici
Fabula : successione cronologica
Intreccio: anticipazioni e recuperi temporali
Funzioni: persuasiva
emotiva
Registro: informale
Sistema linguistico: ortografia, punteggiatura, morfosintassi, lessico.

Relazioni
Temporali
Causali
Interpersonali

Trasformazioni
Narratore interno ed esterno
Punto di vista
Modifica dei ruoli e dei personaggi
Modifica di alcune sequenze
Trasformazione da un codice all’altro

Competenza conoscitiva
-Saper riconoscere le caratteristiche, relazioni e trasformazioni del testo narrativo
-Saper ricavare significati dal contesto
-Saper individuare informazioni implicite ed esplicite

Linguistica – comunicativa
-Saper leggere correttamente e scorrevolmente
-Saper comprendere  globalmente il contenuto del testo narrativo
-Saper comprendere parole ed espressioni

Metodologica – operativa
-Saper utilizzare strategie per paragrafare e intitolare le diverse sequenze
-Saper riassumere un testo narrativo
-Saper raccontare un testo narrativo utilizzando grammatiche testuali
-Saper scrivere un testo narrativo
-saper confrontare testi narrativi di diversi autori
e/o  diversi testi narrativi sul medesimo argomento.

Competenza relazionale
-Saper mantenere la concentrazione
-Saper intervenire nella produzione collettiva di un testo.
-Saper rispettare il proprio turno

Esperienza concreta
lettura silenziosa e ad alta voce di un testo narrativo
giochi linguistici
giochi di ruolo
attività grafico- pittorica
conversazione

Osservazione riflessiva
Lettura e comprensione di un testo narrativo 
Riconoscimento dei connettivi spaziali, temporali, logici, interpersonali, causali
utilizzo di griglie esemplificative e di quadri sinottici.

Concettualizzazioni astratte
Confronti sulla stessa tematica affrontata in testi narrativi diversi
Organizzazione e pianificazione

Sperimentazione pratica
Produzione individuale o collettiva di un testo narrativo, utilizzando modelli e schemi.
Drammatizzazione

Agire
Sceglie le informazioni principali
Raggruppa le informazioni
relative a personaggi, ambiente
ed altre caratteristiche
Ordina le informazioni seguendo uno schema logico, temporale , causale
Collega le informazioni implicite ed esplicite nel testo.

Rappresentare
Rappresenta  graficamente il testo narrativo
Rappresenta con linguaggio corporeo e sonoro il testo narrativo.

Verbalizzare
Esprime un testo narrativo rispettando le
grammatiche testuali
Verbalizza un testo narrativo seguendo uno schema

Tematiche portanti

Nuclei fondanti

Obiettivi specifici di apprendimento

metodologia

valutazione

 

 

 

 

 

Il testo narrativo

La fiaba

Caratteristiche
Personaggi
Ambienti
Tempo : passato
Funzioni di Propp( allontanamento, incontro delle difficoltà, antagonista, intervento aiutante)
Coerenza: registri linguistici appropriati
Coesione: accordi morfologici, sintattici
Fabula : successione cronologica
Intreccio: anticipazioni e recuperi temporali
Funzioni: persuasiva
Emotiva
Registro: informale
Sistema linguistico: ortografia, punteggiatura, morfosintassi, lessico.

Relazioni
Temporali
Causali
Interpersonali

Trasformazioni
Narratore interno ed esterno
Punto di vista
Modifica dei ruoli e dei personaggi
Modifica di alcune sequenze
Trasformazione da un codice all’altro

Competenza conoscitiva
-Saper riconoscere le caratteristiche, relazioni e trasformazioni della fiaba
-Saper ricavare significati dal contesto
-Saper individuare informazioni implicite ed esplicite

Linguistica – comunicativa
-Saper leggere correttamente e scorrevolmente
-Saper comprendere  globalmente il contenuto della fiaba
-Saper comprendere parole ed espressioni

Metodologica – operativa
-Saper utilizzare strategie per paragrafare e intitolare le diverse sequenze
-Saper riassumere una fiaba
-Saper raccontare una fiaba utilizzando grammatiche testuali
-Saper scrivere una fiaba
-saper confrontare fiabe di diversi autori
e/o  diverse fiabe sul medesimo argomento.

Competenza relazionale
-Saper mantenere la concentrazione
-Saper intervenire nella produzione collettiva di un testo.
-Saper rispettare il proprio turno

 Esperienza concreta
lettura silenziosa e ad alta voce di una fiaba
giochi linguistici
giochi di ruolo
attività grafico- pittorica
conversazione

Osservazione riflessiva
Lettura e comprensione di una fiaba
Riconoscimento dei connettivi spaziali, temporali, logici, interpersonali, causali
utilizzo di griglie esemplificative e di quadri sinottici.

Concettualizzazioni astratte
Confronti sulla stessa tematica affrontata in fiabe diverse
Organizzazione e pianificazione

Sperimentazione pratica
Produzione individuale o collettiva di una fiaba , utilizzando modelli e schemi.
Drammatizzazione
Produzione di fiabe partendo da un vissuto personale
Produzione di una fiaba partendo da
alcuni elementi caratterizzanti la fiaba.
problem solving
Brain storming
- lavori di gruppo

Agire
Sceglie le informazioni principali
Raggruppa le informazioni
relative a personaggi, ambienti ed altre caratteristiche
Ordina le informazioni seguendo uno schema logico, temporale, causale
Collega le informazioni implicite ed esplicite nel testo.

Rappresentare
Rappresenta  graficamente la fiaba
Rappresenta con linguaggio corporeo e sonoro la fiaba.

Verbalizzare
Verbalizza oralmente la fiaba rispettando le grammatiche testuali
Verbalizza per iscritto una fiaba rispettando la grammatica testuale.
Verbalizza una fiaba rispettando una consegna.
Verbalizza una fiaba modificando gli elementi.
Verbalizza una fiaba attraverso le informazioni importanti.  

Tematiche portanti

Nuclei fondanti

Obiettivi specifici di apprendimento

metodologia

valutazione

 

 

 

Il testo narrativo

 

 

la favola

Caratteristiche

Personaggi.
Ambienti.
Tempo:passato,indefinito.
Coerenza:registri linguistici appropriati,ordine logico.
Coesione:accordi morfologici,sintattici.
Fabula:successione cronologica.
Intreccio:anticipazioni e recuperi temporali.
Funzioni:emotiva,persuasiva.
Registro:informale.
Sistema linguistico:ortografia,punteggiatura,morfo-sintassi,lessico.

Relazioni

Temporali.
Causali.
Interpersonali.

Trasformazioni
Modifica di alcune sequenze.
Modifiche dei ruoli e dei personaggi.
Trasformazione da un codice all’altro.

Comp.conoscitiva
Saper riconoscere caratteristiche,relazioni e trasformazioni.
Saper individuare     la funzione dei personaggi di una favola.
Saper riconoscere il ruolo implicito dei personaggi.
Saper individuare il fatto che mette in difficoltà un protagonista.
Saper individuare la conclusione che premia la virtù.
Saper riconoscere la morale o insegnamento della favola.

Comp.linguistico-comunicativa
Saper leggere correttamente e scorrevolmente.
Saper comprendere globalmente il contenuto della favola.
Saper analizzare il lessico specifico della favola.
Saper decodificare le informazioni implicite relative alle funzioni dei personaggi ed ai fatti narrati.
Saper comprendere ed utilizzare i termini specifici del linguaggio della favola.
Saper leggere e comprendere lle consegne degli esercizi le consegne degli esercizi proposti dall’insegnante.
saper rispondere in modo efficace a domande orali e scritte.
saper rappresentare iconicamente = saper usare immagini, disegni,grafici…
Saper interpretare il linguaggio simbolico della favola.

Comp.metodologico-operativa
Saper utilizzare strategie per paragrafare macro-sequenze e micro-sequenze.
Saper intitolare le diverse sequenze.
Saper ricercare le caratteristiche dei personaggi.
Saper ricercare le informazioni implicite relative ai personaggi .
Saper evidenziare la morale o il proverbio.
Saper riassumere una favola.
Saper raccontare,inventare una favola  utilizzando la morale o un proverbio.
Saper scrivere una favola rispettando le grammatiche testuali.
Saper confrontare favole di diversi autori su tematiche comuni.
Saper utilizzare la scrittura creativa per produrre favole.
Saper imparare dalle immagini = osservare con attenzione le rappresentazioni iconiche (illustrazioni, disegni….), per comprendere la struttura ed il contenuto.
Saper imparare dal fare = apprendere per prove ed errori; considerare l’errore come uno stimolo e non come una frustrazione.
Saper imparare dai simboli = conoscere il significato del valore simbolico dei termini ed usarli in modo efficace per comprendere testi e per produrne i propri.
Scoprire il “piacere della scrittura individuale”, provare la soddisfazione che deriva dalla competenza, dall’ autocompiacimento e dalla consapevolezza del “saper fare” (e non  solo dalle gratificazioni e dai giudizi dell’ insegnante)

Competenza relazionale
Saper lavorare in coppia o in piccolo gruppo per raggiungere un obiettivo comune
Empatia = mettersi dal punto di vista di compagni in difficoltà
Tutoring spontaneo = dare una mano a compagni in difficoltà
Saper esprimere le proprie opinioni e le ipotesi di lavoro e saper ascoltare quelle degli altri
Interloquire con l’insegnante, chiedere spiegazioni, esprimere ipotesi o opinioni, rispettando le regole dell’attività didattica in classe (saper rispettare i turni, saper attendere la fine di una spiegazione…..e così via)

Esperienza concreta
Lettura silenziosa e ad alta voce di una favola.
Giochi linguistici.
Giochi di ruolo.
Attività grafico-pittorica.
Conversazione.

Osservazione riflessiva
Lettura e comprensione di una favola.
Riconoscimento dei connettivi spaziali,temporali,logici,interpersonali,causali.
Riconoscimento degli elementi reali e fantastici.
Riconoscimento delle funzioni dei personaggi.
Riconoscimento della morale o dell’insegnamento.
Utilizzo di schemi e griglie esemplificative    e di quadri sinottici.

Concettualizzazioni astratte
Confronti sulla stessa tematica affrontata in  favolediverse.
Organizzazione e pianificazione.

Sperimentazione pratica
Produzione individuale o collettiva di una favola utilizzando modelli o schemi.
Produzione di una favola con cambio di personaggi,ruoli …
Drammatizzazioni.
Produzione di una favola partendo dalla morale o dal proverbio
Lavori di gruppo.

Agire

Sceglie le informazioni principali.
Raggruppa le informazioni relative a personaggi, ambiente, fatto principale ed altre caratteristiche
Ordina le informazioni secondo uno schema logico, temporale, causale.
Collega informazioni implicite ed esplicite nel testo.

Rappresentare
Rappresenta graficamente una favola.
Rappresenta con un linguaggio corporeo e sonoro una favola.

Verbalizzare
Esprime oralmente una favola rispettando le grammatiche testuali.
Scrive una favola individualmente o collettivamente.

Tematiche portanti

Nuclei fondanti

Obiettivi specifici di apprendimento

metodologia

valutazione

 

 

 

 

 

La leggenda

Caratteristiche

Personaggi.
Ambienti.
Tempo:passato,indefinito.
Coerenza:registri linguistici appropriati,ordine logico.
Coesione:accordi morfologici,sintattici.
Fabula:successione cronologica.
Intreccio:anticipazioni e recuperi temporali.
Funzioni:emotiva,persuasiva.
Registro:informale.
Sistema linguistico:ortografia,punteggiatura,morfo-sintassi,lessico.

Relazioni

Temporali.
Causali.
Interpersonali.

Trasformazioni
Modifica di alcune sequenze.
Modifiche dei ruoli e dei personaggi.
Trasformazione da un codice all’altro.

Comp.conoscitiva
Saper riconoscere in una leggenda la struttura del testo narrativo.
Saper riconoscere caratteristiche,relazioni e trasformazioni.
Saper riconoscere il fatto reale o gli eventi naturali.
Saper individuare     la funzione dei personaggi di una leggenda.
Saper riconoscere la spiegazione fantastica..
Saper riconoscere l’intreccio tra fatti reali e immaginari.

Comp.linguistico-comunicativa
Saper leggere correttamente e scorrevolmente.
Saper comprendere globalmente il contenuto della leggenda.
Saper analizzare il lessico specifico della leggenda..
Saper decodificare le informazioni implicite relative alle funzioni dei personaggi ed ai fatti narrati.

Comp.metodologico-operativa
Saper utilizzare strategie per paragrafare macro-sequenze e micro-sequenze.
Saper intitolare le diverse sequenze.
Saper ricercare nella leggenda la spiegazione scientifica.
Saper ricercare le caratteristiche dei personaggi fantastici.
Saper riassumere una leggenda.
Saper raccontare,inventare una leggenda rispettando le grammatiche testuali.
Saper scrivere una leggenda..
Saper confrontare leggende di diversi autori sul medesimo argomento.

Competenza relazionale

Saper lavorare in coppia o in piccolo gruppo per raggiungere un obiettivo comune
Empatia = mettersi dal punto di vista di compagni in difficoltà
Tutoring spontaneo = dare una mano a compagni in difficoltà
Saper esprimere le proprie opinioni e le ipotesi di lavoro e saper ascoltare quelle degli altri
Interloquire con l’insegnante, chiedere spiegazioni, esprimere ipotesi o opinioni, rispettando le regole dell’attività didattica in classe (saper rispettare i turni, saper attendere la fine di una spiegazione…..e così via)

Esperienza concreta
Lettura silenziosa e ad alta voce di un mito.
Giochi linguistici.
Giochi di ruolo.
Attività grafico-pittorica.
Conversazione.

Osservazione riflessiva
Lettura e comprensione di una leggenda.
Riconoscimento dei connettivi spaziali,temporali,logici,interpersonali,causali.
Riconoscimento degli elementi reali e fantastici.
Riconoscimento delle funzioni dei personaggi.
Riconoscimento della spiegazione del fatto reale o dell’evento naturale.
Utilizzo di schemi e griglie esemplificative e di quadri sinottici.

Concettualizzazioni astratte
Confronti sulla stessa tematica affrontata in  leggende diverse.
Organizzazione e pianificazione.

Sperimentazione pratica
Produzione individuale o collettiva di una leggenda utilizzando modelli o schemi.
Produzione di una leggenda con cambio di  personaggi,ruoli,fatto reale,evento…
Drammatizzazioni.
Produzione di una leggenda partendo da alcuni elementi caratterizzanti.
Lavori di gruppo.

Agire

Sceglie le informazioni principali.
Raggruppa le informazioni relative a personaggi, ambiente, fatto principale ed altre caratteristiche
Ordina le informazioni secondo uno schema logico, temporale, causale.
Collega informazioni implicite ed esplicite nel testo.

Rappresentare
Rappresenta graficamente una leggenda.
Rappresenta con un linguaggio corporeo e sonoro una leggenda.

Verbalizzare
Esprime oralmente una leggenda rispettando le grammatiche testuali.
Scrive una leggenda individualmente o collettivamente.

Tematiche portanti

Nuclei fondanti

Obiettivi specifici di apprendimento

metodologia

valutazione

 

 

 

 

 

Il Mito

 Caratteristiche

Personaggi.
Ambienti.
Tempo:passato,indefinito.
Coerenza:registri linguistici appropriati.
Coesione:accordi morfologici,sintattici.
Fabula:successione cronologica.
Intreccio:anticipazioni e recuperi temporali.
Funzioni:emotiva.
Registro:informale.
Sistema linguistico: ortografia,punteggiatura, morfo-sintassi,lessico.

Relazioni

Temporali.
Causali.
Interpersonali.

Trasformazioni

Punto di vista.
Modifiche dei ruoli e dei personaggi.
Modifica di alcune sequenze.
Trasformazione da un codice all’altro.

Comp.conoscitiva
Saper riconoscere un mito.
Saper riconoscere caratteristiche,relazioni e trasformazioni.
Saper riconoscere il fatto centrale mitologico.
Saper individuare     la funzione dei personaggi di un mito.
Saper individuare la credenza o il fenomeno scientifico o  quello naturale.
Saper riconoscere l’elemento reale presente nella conclusione.
Comp.linguistico-comunicativa
Saper leggere correttamente e scorrevolmente.
Saper comprendere globalmente il contenuto del testo mitologico.
Saper analizzare il lessico specifico del mito.
Saper decodificare le informazioni implicite relative alle funzioni dei personaggi ed ai fatti narrati.
Comprendere ed utilizzare i termini specifici del linguaggio mitologico.
Leggere e comprendere le consegne degli esercizi proposti dall’insegnante
Rispondere in modo efficace a domande orali e scritte
Rappresentazione iconica = saper usare le immagini: disegni, grafici….
Comp.metodologico-operativa
Saper utilizzare strategie per paragrafare macro-sequenze e micro-sequenze.
Saper intitolare le diverse sequenze.
Saper ricercare nel mito la credenza rappresentata.
Saper ricercare le caratteristiche dei personaggi mitologici.
Saper riassumere un testo mitologico.
Saper raccontare,inventare un mito rispettando le grammatiche testuali.
Saper scrivere un mito attraverso la scrittura creativa.
Saper confrontare miti di diversi autori sul medesimo argomento
Imparare dalle immagini = osservare con attenzione le rappresentazioni iconiche (illustrazioni, disegni….). per comprenderne la struttura ed il contenuto
Imparare dal fare = apprendere per prove ed errori; considerare l’errore come uno stimolo e non come una frustrazione
Imparare dai simboli = conoscere il significato del valore simbolico dei termini ed  usarli in modo efficace per comprendere testi e per produrne i propri
Scoprire il “piacere della scrittura individuale”, provare la soddisfazione che deriva dalla competenza , dall’auto compiacimento della consapevolezza del “saper fare” (e non solo dalle gratificazioni e dai giudizi dell’insegnante)
Competenza relazionale
Saper lavorare in coppia o in piccolo gruppo per raggiungere un obiettivo comune
Empatia = mettersi dal punto di vista di compagni in difficoltà
Tutoring spontaneo = dare una mano a compagni in difficoltà
Saper esprimere le proprie opinioni e le ipotesi di lavoro e saper ascoltare quelle degli altri
Interloquire con l’insegnante, chiedere spiegazioni, esprimere ipotesi o opinioni, rispettando le regole dell’attività didattica in classe (saper rispettare i turni, saper attendere la fine di una spiegazione…..e così via)

Esperienza concreta
Lettura silenziosa e ad alta voce di un mito.
Giochi linguistici.
Giochi di ruolo.
Attività grafico-pittorica.
Conversazione.

Osservazione riflessiva
Lettura e comprensione di un mito.
Riconoscimento dei connettivi spaziali,temporali,logici,interpersonali,causali.
Riconoscimento degli elementi mitologici.
Riconoscimento delle funzioni divine dei personaggi.
Riconoscimento della credenza.
Utilizzo di schemi e griglie esemplificative    e di quadri sinottici.

Concettualizzazioni astratte
Confronti sulla stessa tematica affrontata in miti diversi.
Organizzazione e pianificazione.

Sperimentazione pratica
Produzione individuale o collettiva di un mito utilizzando modelli o schemi.
Produzione di un mito con cambio di personaggi, ruoli, credenza….
Drammatizzazioni.
Produzione di un mito partendo da alcuni elementi caratterizzanti.
Lavori di gruppo.

Agire

Seria le informazioni principali.
Raggruppa le informazioni relative a personaggi, ambiente, fatto principale ed altre caratteristiche
Ordina le informazioni secondo uno schema logico,temporale, causale.
Collega informazioni implicite ed esplicite nel testo.

Rappresentare
Rappresenta graficamente un mito.
Rappresenta con un linguaggio corporeo e sonoro un mito.

Verbalizzare
Esprime oralmente un mito rispettando le grammatiche testuali.
Scrive un mito individualmente o collettivamente.